Toastmasters e Leadership

Quando ho iniziato la mia avventura come Toastmasters nel 2008, mi sono concentrata anzitutto sul percorso di Competent Communication perchè volevo vincere il mio demone: la paura di parlare in pubblico. Solo in un secondo momento e grazie a Valentina, la nostra President di allora che aveva a cuore l’argomento ed è una grande motivatrice, ho cominciato a prendere in considerazione anche il manuale di Competent Leadership.

Ma – in concreto – in cosa consiste il manuale di Competent Leadership e cosa propone? Partendo dal presupposto che un buon Leader è anche un buon comunicatore, il Toastmasters International ha sviluppato il manuale in modo tale da far sì che ogni Toastmaster nel mondo possa focalizzarsi di volta in volta in un progetto relativo alle abilità di Leadership: ascolto attivo, pensiero critico, capacità di dare feedback, time management, pianificazione, organizzazione e delega, sviluppo delle capacità di facilitazione, motivazione e mentoring. A ciascuna di queste skill è collegato un progetto che coinvolge più ruoli attivi collegati alle serate o alle attività del Club.

Vi faccio un esempio concreto: se decido di affrontare il progetto sull’ascolto attivo, il manuale mi spiega cosa s’intende per ascolto attivo, mi propone un breve questionario di autovalutazione per misurare le mie capacità di ascolto e che posso ripetere una volta che ho terminato il progetto. Il punteggio del questionario che posso condividere – se voglio – col mio Mentor per lavorare insieme a lui anche su questo aspetto, mi fornisce un primo feedback sulle mie capacità di ascolto.

Ma cosa accade se scopro di avere delle lacune? Posso lavorare su quelle lacune seguendo i suggerimenti che il manuale di Competent Leadership fornisce e allenarmi all’ascolto attivo impegnandomi sui progetti ad esso collegati nel corso delle serate Toastmasters e poi nella vita di tutti i giorni.

Quando ho compreso quanto potesse essere utile far andare di pari passo i due percorsi, è stato piuttosto facile iniziare a lasciare il mio manuale al General Evaluator di turno e ad essere valutata di volta in volta come Speech Evaluator, come Grammarian, come General Evaluator o come Toastmaster.

Da quest’anno, nel mio ruolo di President, ho deciso di sottopormi alla valutazione di Competent Leadership ogni volta che ricopro un ruolo perché per me è importante avere un feedback concreto dai miei colleghi.

Per questo, sin dall’inizio della prima stagione di vita del nostro The Xplorers, ad ogni riunione, non manco di citare il percorso di Competent Leadership e invito i miei colleghi Toastmasters a cimentarsi col manuale: perché m’interessa che – oltre a diventare buoni comunicatori – possano incrementare le proprie capacità di Leadership per avere successo nella vita e come Toastmasters. Chissà, magari tra noi c’è un futuro Area Governor, oppure un District Governor o… – perché no? – President del Toastmasters International. Solo coltivando le abilità di Leadership o incrementando la leadership naturale, potremo scoprirlo…

Buon Anno a tutti!

One Response to Toastmasters e Leadership

  1. [...] leadership. Per una descrizione di ciò vi rimando a un articolo di una socia del club di Milano: http://thexplorers.toastmasters.it/2010/12/30/toastmaster-e-leadership/ . Potete trovare in http://www.tmdistrictone.org/leadership.asp l’elenco dei punti su cui ci [...]

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>